1a DIVISIONE – ESORDIO AMARO PER IL CMO

Magic Altoreno Vergato – CMO Ozzano 77 – 75
Parziali: 17-27; 36-45; 57-56
Tabellini: Fiusco 2, Gabrieli 4, Montanari 14, Zappoli 29, Laghetti 12, Bedosti 7, Pagani 7, La Forgia – All. Nisbet
Partita d’esordio difficile per i ragazzi della CMO che per la prima volta si confrontano con un campionato Senior. Vergato, ore 21.15: di fronte una squadra esperta della categoria, che nella scorsa edizione ha fallito la promozione in categoria superiore proprio nelle fasi finali del campionato. Inoltre, i ragazzi CMO si presentano all’appuntamento decimati (solo 8 a referto). Pronti via, e il primo minuto è un monologo CMO: 7-0 e primo minuto di sospensione per Vergato. Da quel momento in poi Vergato si affiderà unicamente alla difesa a zona 2-3. Nonostante ciò, e grazie ad un’ottima prova difensiva fatta di aggressività e determinazione, i giovanissimi biancoverdi mantengono saldamente il controllo della gara fino all’intervallo, con un Zappoli particolarmente ispirato dalla lunga distanza, ben coadiuvato da un Montanari che si fa valere vicino a canestro.
Purtroppo nella ripresa, momento in cui i CMO avrebbero dovuto ammazzare la partita, sopraggiungono i primi segnali di fatica e i primi problemi di falli. Vergato lentamente rosicchia punti, approfittandosi di disattenzioni e ‘sbavature’ degli avversari. E nel finale di terzo quarto effettua per la prima volta il sorpasso, sul 57-56. L’ultimo quarto è una vera e propria battaglia: i giovani Ozzanesi mettono in campo tutto, ma falli e stanchezza si fanno sentire: out per 5 falli prima Pagani e poi Montanari, mentre Bedosti è gravato di 4 falli già da metà del terzo quarto. Botta e risposta, Vergato riesce a mantenere un possesso di vantaggio fino agli ultimi 14”, quando Ozzano per ben 2 volte ha in mano la palla della possibile vittoria. Un mix di stanchezza e inesperienza però vanifica ogni tentativo di recupero/sorpasso e due sanguinose palle perse li condannano alla sconfitta.
Buona prova d’esordio comunque per i ragazzi di coach Nisbet, che in 8 vendono cara la pelle in casa di un avversario esperto ed attrezzato. Peccato per il mancato risultato, la ciliegina che avrebbe premiato un gruppo che (per quanto decimato) ha dimostrato talento, determinazione e a tratti un bel gioco.